Vai al contenuto principale

Struttura organizzativa

Schema organizzativo del Dipartimento di Fisica:  Versione PDF - Versione Navigabile

 

Schema organizzativo del Dipartimento

 

La struttura organizzativa del Dipartimento di Fisica si basa su tre organi direttivi ai quali spetta ogni attribuzione in materia di organizzazione e gestione delle attività di ricerca, delle attività didattiche e di terza missione:

Nello svolgimento delle loro funzioni tali organi si avvalgono di più commissioni dipartimentali. La composizione, le attribuzioni e il funzionamento degli organi e delle Commissioni dipartimentali sono normati dal Regolamento di funzionamento del Dipartimento.

La Commissione per la Ricerca, la Commissione per la Didattica e la Commissione Public engagement hanno funzione di programmazione e coordinamento delle attività di ricerca, di tutte le attività didattiche e delle attività di terza missione/Impatto sociale del Dipartimento. Tali commissioni forniscono pareri alla Giunta e al Consiglio di Dipartimento e agli organi di valutazione; collaborano alla redazione della programmazione annuale e del piano triennale del Dipartimento e alle revisioni del progetto scientifico-culturale e didattico; favoriscono l'aggregazione efficiente delle risorse e del personale del Dipartimento di Fisica in relazione a specifici obiettivi e curano la promozione degli scambi internazionali.

La Commissione Organico monitora i fabbisogni in ambito di didattica, di ricerca e terza missione/impatto sociale e propone al Consiglio di Dipartimento la programmazione dell’organico relativo a docenti e personale tecnico amministrativo, per garantire lo sviluppo delle attività di ricerca e la sostenibilità dell’offerta formativa.

Nel Dipartimento sono inoltre istituite altre commissioni temporanee o permanenti con compiti istruttori e/o consultivi o con compiti operativi delegati dal Consiglio.

Il Dipartimento elabora un Piano triennale, aggiornabile annualmente, delle attività di ricerca, di didattica, di terza missione, tra cui le azioni per il trasferimento tecnologico e public engagement, e delle attività di internalizzazione. Nel piano triennale sono definiti gli obiettivi e gli impegni di preminente interesse del Dipartimento e sono anche considerate le attività di ricerca, didattica e terza missione di Sezioni, di Gruppi di Ricerca o di singoli afferenti.

Il Dipartimento dispone di personale tecnico-amministrativo deputato a svolgere attività di diretto supporto alla ricerca, assegnato alle dirette dipendenze della Direttrice/del Direttore del Dipartimento. Per quanto concerne i servizi tecnici e amministrativi di valenza più generale, sono invece erogati alle strutture di didattica e ricerca, direttamente dalle Direzioni attraverso unità organizzative dislocate sul territorio con una logica di Polo geografico. Per ogni Polo sono istituite le seguenti strutture:

È inoltre previsto un/una Coordinatore/trice di Polo, che riporta funzionalmente al Direttore Generale, con l’obiettivo di garantire l’integrazione e il coordinamento dei processi trasversali alle diverse strutture.

Il Dipartimento di Fisica afferisce al Polo Scienze della Natura insieme ai Dipartimenti di Chimica, Psicologia, Informatica, Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, Matematica, Scienza e Tecnologia del Farmaco, Scienze della Terra. 

 
 
Ultimo aggiornamento: 07/02/2024 09:22
Location: https://www.df.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!